Casella di testo: Cc

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casella di testo: “Se c'è sulla terra e fra tutti i nulla qualcosa da adorare, se esiste qualcosa di santo, di puro, di sublime, qualcosa che assecondi questo smisurato desiderio dell'infinito e del vago che chiamano anima, questa è l'arte”, Gustave Flaubert
Casella di testo: Associazione Culturale EOS
Casella di testo: Via S. Grattoni 1, 00185 Roma - tel. 06 86907230, 349 6732734
Casella di testo: Tutti i diritti riservati © Associazione Culturale EOS

Partita IVA: 09012861002 - Codice Fiscale: 97407500582     

I prossimi appuntamenti

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi essere informato sulle nostre attività? Inviaci la tua email e riceverai ogni due settimane la newsletter con tutte le nostre iniziative                     Per essere inserito nella nostra mailing list scrivi a: eos@eoscultura.it              

Casella di testo: L’Associazione Culturale EOS organizza visite guidate, lezioni, corsi, gite culturali rivolte esclusivamente ai soci. La prima volta che si partecipa ad una iniziativa culturale ci si iscrive, 5 euro annuali, le visite guidate hanno un contributo di 10 euro (6 euro per i minori di 14 anni), per le altre iniziative il contributo varia. 
Per le informazioni sulle attività e per essere iscritti alla mailing list scrivere a: eos@eoscultura.it
Casella di testo: I tesori del cardinale. Visita guidata della Galleria Borghese
Domenica 21 maggio, ore 16.40
Domenica 4 giugno, ore 10.40

La Galleria Borghese conserva sculture, bassorilievi e mosaici antichi, nonché dipinti e sculture dal XV al XVIII secolo. La raccolta, costituita inizialmente dal cardinale Scipione Borghese all'inizio del XVII secolo, conserva capolavori di Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Raffaello, Tiziano, Correggio, Caravaggio e splendide sculture di Gian Lorenzo Bernini e del Canova. 
Il nucleo più importante delle sculture e delle pitture nella Galleria Borghese risale al collezionismo del cardinale Scipione (1579-1633), figlio di Ortensia Borghese, sorella di Papa Paolo V, e di Francesco Caffarelli. 
L'attenzione del cardinale Scipione era rivolta a tutte le espressioni di arte antica, rinascimentale e contemporanea, atte a rievocare una nuova età dell'oro. 
Biglietto d’ingresso: 16,50 euro (comprensivo di prenotazione e noleggio obbligatorio di radio ed auricolari del museo)
Visita guidata: 10 euro
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: Visita guidata notturna dei Musei Vaticani
Venerdì 19 maggio, ore 19.30
Venerdì 2 giugno, ore 19.30
Venerdì 9 giugno, ore 19.30
Venerdì 30 giugno, ore 19.30

Apertura straordinaria. Anche quest’anno, i Musei Vaticani rinnovano l’ormai consueto appuntamento con le aperture notturne spalancando le loro porte al tramonto. L’apertura serale è un’imperdibile occasione per visitarli illuminati da una luce inconsueta, nell’agio di spazi meno affollati e lontano dalle ore più calde del giorno. 
L’itinerario si svolge attraverso i più splendidi ambienti della celebre residenza papale ripercorrendone la storia dal Rinascimento fino ad oggi: dal Cortile della Pigna e dal Museo Pio-Clementino, attraverso la Galleria dei Candelabri, la Galleria degli Arazzi e la Galleria delle Carte Geografiche, si raggiungeranno le Stanze di Raffaello, l’Appartamento Borgia, affrescato dal Pinturicchio e dove è collocata la collezione d’arte contemporanea per poi raggiungere la Cappella Sistina capolavoro dei più celebri artisti del Quattrocento e di Michelangelo.
Biglietto d’ingresso: 21,50 euro
Visita guidata: 10 euro
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: Roma paleocristiana. Il complesso archeologico della Basilica Costantiniana (visita guidata con permesso speciale), il Mausoleo di Costanza, la Basilica di S. Agnese e le Catacombe
Domenica 14 maggio, ore 14.50

Il complesso di Sant’Agnese fuori le mura si trova ancora oggi sul percorso di Via Nomentana, antica strada consolare romana. Si tratta di “complesso” in quanto il sito riunisce un articolato ed ampio insieme di edifici paleocristiani di origine assai antica, ma rimaneggiati in tempi diversi: la Basilica di Sant’Agnese,
la Basilica Costantiniana (IV secolo), di cui oggi restano i ruderi con possenti mura e il Mausoleo di Costanza, figlia dell’Imperatore Costantino. La storia personale di Sant’Agnese si basa su diverse fonti incerte e contraddittorie. Tuttavia i diversi autori concordano sul fatto che fosse una nobile appartenente alla gens Clodia che subì il martirio durante la persecuzione dei cristiani di Diocleziano nel 303, all’età di 12 anni.
L’abside della basilica e l’ambulacro del mausoleo sono decorati con splendidi e celebri mosaici. Visiteremo anche le Catacombe di Sant’Agnese.
Biglietto d’ingresso: 8 euro
Visita guidata: 10 euro
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it    349 6732734
Casella di testo: Il Complesso archeologico del Sessorio e la Basilica di Santa Croce in Gerusalemme
(visita guidata con permesso speciale)
Sabato 6 maggio, ore 8.45

L’area intorno alla Basilica di S. Croce in Gerusalemme è ricca di resti archeologici riferibili ad un unico complesso, una villa imperiale di età Severiana (III secolo d.C.): il Palazzo del Sessorio. Nel IV vi abitò Elena, madre di Costantino, che vi fece effettuare numerosi restauri e ricostruire le Terme, di età Severiana, da lei chiamate Eleniane. Nell’area sorgeva anche il Circo Variano, cosiddetto Tempio di Venere e Cupido - una grande aula rettangolare absidata con cinque grandi finestre ad arco, coperta da una semicupola - e l’Anfiteatro Castrense, il secondo anfiteatro di Roma dopo il Colosseo in cui si svolgevano spettacoli riservati all’Imperatore e alla sua corte. Tra le sezioni riportate alla luce è visitabile la parte recentemente scavata di una casa di età imperiale (II-III sec.), attribuita ad Aufidia Cornelia Valentilla, con mosaici e resti di affreschi parietali di colori vivaci. Si visiterà anche la Basilica di Santa Croce in Gerusalemme.
Biglietto d’ingresso: 6 euro
Visita guidata: 10 euro
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: Il Sepolcro degli Scipioni
(visita guidata con permesso speciale)
Domenica 7 maggio, ore 9.45

Il complesso archeologico, situato nel a poca distanza da Porta San Sebastiano, risale all'età repubblicana. La prima notizia di ritrovamenti risale al 1614, ma la vera e propria scoperta risale al 1780, quando i due fratelli sacerdoti Sassi, proprietari della vigna soprastante, allargando la cantina della loro casa trovarono un ingresso al sepolcro. In quegli anni ciò che fu trovato fu portato nei Musei Vaticani, ma il sepolcro divenne una meta abituale per molti studiosi e visitatori che compivano a Roma il Grand Tour. Tra il 1926 e il 1929 nell’area, già acquisita dal Comune di Roma, fu eseguita una campagna di scavi. I membri della Gens Cornelia, di cui gli Scipioni costituivano uno dei molteplici rami, avevano ricoperto importanti incarichi pubblici sin dagli inizi del V secolo a. C. La costruzione, nei primi decenni del III secolo a.C., di un sepolcro monumentale che contenesse le spoglie dell’illustre famiglia senatoria, si deve al capostipite della famiglia degli Scipioni, Lucio Cornelio Scipione Barbato, console del 298 a.C., il cui sarcofago si trovava di fronte all’ingresso, sul fondo del monumento. 
Biglietto d’ingresso: 4 euro
Visita guidata: 10 euro
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: Il Mitreo di S. Prisca
(visita guidata con permesso speciale)
Sabato 13 maggio, ore 10.40

Sotto la Chiesa di Santa Prisca fu scoperto, casualmente nel 1934 dai Padri Agostiniani, un mitreo ovvero un luogo di culto dedicato al dio Mitra. Per la costruzione del mitreo furono utilizzate le mura di una casa risalente alla fine del I secolo d.C. e quelle di un edificio del II secolo su cui venne successivamente costruita la chiesa. Nella parete di fondo del mitreo vi è una grande nicchia nella cui volta compare un’iscrizione da cui si ricava che il mitreo era già in uso nel 202 d.C. Nella nicchia è posta la statua del culto raffigurante Mitra che uccide un toro ed un Saturno sdraiato costruito con frammenti di anfore ricoperti di stucco. Il mitreo fu distrutto intorno al 400 d.C. in maniera violenta, probabilmente ad opera dei cristiani prima della costruzione della Chiesa di Santa Prisca. 
Biglietto d’ingresso: 5 euro 
Visita guidata: 10 euro
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: Splendori barocchi: la Galleria Colonna e l’Appartamento della principessa Isabelle
Sabato 24 giugno, ore 9.30
Sabato 8 giugno, ore 9.30

La splendida Galleria, autentico gioiello del barocco romano, istituita nel 1654 dal cardinale Girolamo I Colonna, che ne affidò la costruzione all’architetto Antonio Del Grande, è situata in uno dei più bei palazzi di Roma. Fin dall’inizio la Galleria è stata ideata come grande sala di rappresentanza che doveva celebrare la vittoria della flotta cristiana sui turchi nella celebre Battaglia di Lepanto del 1571. Il comandante della flotta pontificia, Marcantonio II Colonna, viene raffigurato in vari momenti su tutta la volta della Sala Grande della Galleria e nella Sala della Colonna Bellica. Affreschi, sculture antiche  e marmi preziosi decorano gli ambienti del palazzo che conserva una importante collezione di dipinti con opere del Bronzino, del Tintoretto, di Guido Reni, del Guercino,  di Annibale Carracci, di Salvator Rosa, oltre ad una collezione di paesaggi del Dughet e alla più vasta collezione di vedute di Gaspar van Wittel. 
Biglietto d’ingresso: 25 euro
Visita guidata: 10 euro 
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: Il cuore della Roma antica: visita guidata del Palatino e del Foro Romano
Sabato 3 giugno, ore 15.30
Sabato 10 giugno, ore 15.30

Situato nella valle compresa tra il Palatino e il Campidoglio il Foro Romano nacque come luogo destinato agli scambi commerciali e alle attività politiche e giudiziarie. I più antichi monumenti di carattere sacro, attribuiti dalla tradizione ai primi re di Roma, risalgono alla seconda metà del VI secolo a.C. All’inizio della Repubblica (509 a.C.) vennero edificati il Tempio di Saturno ed il tempio dei Dioscuri. Al V secolo a.C. risale probabilmente la prima tribuna degli oratori, posta tra il Foro e il Comizio. Nel II a.C. vennero edificate le basiliche, destinate all’amministrazione della giustizia e allo svolgimento degli affari; sotto Cesare e poi Augusto il Foro subì ulteriori cambiamenti. In seguito il Foro viene abbandonato e sepolto sotto uno spesso strato di terra, diventando area di pascolo nota come Campo Vaccino. 
Secondo una tradizione confermata dal ritrovamento di fondi di capanne risalenti all’VIII secolo a.C., sul Palatino Romolo avrebbe fondato la città di Roma (754-753 a.C.). I dati archeologici in realtà fanno supporre un’occupazione stabile del colle fin dal XIII secolo a.C. Per la sua importanza storica e religiosa il Palatino divenne, già dal VI secolo a.C., luogo di residenza della classe dirigente romana. L’aspetto del Palatino cambiò notevolmente quando l’imperatore Ottaviano Augusto, che vi era nato, scelse di abitarvi. Dopo di lui tutti i successivi imperatori elessero il colle come loro dimora. 
Biglietto d’ingresso: 14 euro
(fino a 17 anni: 2 euro)
Visita guidata: 10 euro 
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: Passeggiate romane: dal Campidoglio al Foro Boario
Domenica 4 giugno, ore 16.00
Venerdì 16 giugno, ore 19.00

L’itinerario ha inizio nel colle che si può considerare l’Acropoli di Roma: il Campidoglio. Da Piazza del Campidoglio, cuore della città, si costeggia il Foro Romano e le pendici del Palatino per arrivare alla medievale Chiesa di S. Giorgio al Velabro, antica diaconia risalente tra il V-VI secolo, dedicata da Leone II a San Sebastiano e ricostruita sotto Gregorio IV nel XIII secolo, presso la quale si erge il cosiddetto Arco di Giano. Dopo aver costeggiato il Circo Massimo, si raggiunge l’antica Chiesa di S. Maria in Cosmedin, chiesa sorta nel VI secolo sull'antico luogo dell'Ara Massima di Ercole sulla cappella già esistente che si riferiva alla diaconia di S.Maria in Schola Greca, consegnata nell’VII-VIII secolo ai monaci greci fuggiti dalle persecuzioni e denominata Kosmidion per le splendide decorazioni interne. La passeggiata prosegue su quello che era il Foro Boario, fin dalla fondazione di Roma, l’area del mercato alimentare della città, dove sorgono il Tempio di Ercole Vincitore e il Tempio di Portunus, entrambi del II sec. a.C.
Visita guidata: 10 euro+2 euro radio
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: Palazzo Barberini e i suoi tesori d’arte
Sabato 17 giugno, ore 15,15

Il museo, che occupa quasi interamente il primo piano del palazzo, raccoglie opere di grandi maestri della pittura italiana e straniera, dal XIII al XVIII secolo, fra cui Raffaello e Caravaggio. I Barberini avevano cominciato ad alienare le loro collezioni nel Settecento e solo nel 1934 si arrivò alla definitiva dispersione delle collezioni. Nel 1984 si decise di portare a Palazzo Barberini tutte le opere di provenienza da acquisti o da collezioni prive della loro sede storica. Nel complesso la collezione è ricchissima di capolavori, soprattutto dei secoli XVI e XVII. Fra le opere del XVI secolo vi è la Fornarina di Raffaello, oltre a dipinti di Andrea del Sarto, del Beccafumi, del Sodoma, del Bronzino, di Lotto, del Tintoretto, di Tiziano ed El Greco. Al Seicento appartengono opere di Caravaggio, Reni, Domenichino, Guercino, Lanfranco, Bernini, Poussin, Pietro da Cortona, Gaulli, Maratta. 
Biglietto d’ingresso: 12 euro
Visita guidata: 10 euro 
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: La Piramide Cestia (visita guidata con permesso speciale) e il Cimitero Acattolico
Sabato 10 giugno, ore 9.45

Un itinerario culturale e poetico in uno degli angoli più sommessi, silenziosi e affascinanti della Città Eterna alla scoperta di sepolcri noti e meno noti, antichi e più recenti. La visita guidata ha per oggetto la Piramide di Caio Cestio e l’adiacente Cimitero Acattolico del Testaccio, che costituiscono un complesso architettonico-artistico-urbanistico unico a Roma, nel quale si incontrano la storia dell’arte, la storia di Roma e la storia del costume e della mentalità. La Piramide Cestia si trova presso la Porta S. Paolo, il monumento è un edificio sepolcrale  datato tra il 18 e il 12 a.C. Durante la visita si accederà alla camera sepolcrale. Il "Cimitero acattolico" è da molti considerato uno dei più belli e suggestivi del mondo. La zona dove sorge il Cimitero, fra Porta San Paolo e il Testaccio, ancora nel '700 e fino ai primi dell' '800 faceva parte dell'Agro romano. Tra coloro che riposano in questo luogo di pace e di silenzio vi sono due celebri poeti romantici inglesi: John Keats (1795-1821), giunto a Roma già gravemente malato, e morto a soli 26 anni, e Percy Bysshe Shelley (1792-1822), morto a soli 30 anni in una tempesta, mentre ritornava da un viaggio a Pisa e Livorno. 
Biglietto d’ingresso: 8 euro
Visita guidata: 10 euro
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734
Casella di testo: L’area archeologica del Circo Massimo
Domenica 11 giugno, ore 9.45

Il Circo massimo con i 600 metri di lunghezza e 140 di larghezza, nel corso dei secoli ha vissuto innumerevoli trasformazioni. Qui fin dall’età regia si sono svolte manifestazioni pubbliche di ogni genere: competizioni ippiche, cacce con animali esotici, rappresentazioni teatrali, esecuzioni pubbliche, ma anche processioni religiose e trionfali. In seguito l’area è divenuta luogo di passaggio dell'acqua Mariana, ha ospitato coltivazioni agricole e mulini, è divenuta proprietà privata della famiglia Frangipane, cimitero degli Ebrei per poi ospitare, a partire dal XIX secolo, gli impianti del Gazometro, magazzini, manifatture, imprese artigianali e abitazioni. I recenti interventi di riqualificazione hanno restituito una nuova leggibilità al monumento, ridefinendo la zona dell’emiciclo attraverso operazioni di restauro delle strutture, contenimento del terreno e la realizzazione di nuovi percorsi di visita. 
Biglietto d’ingresso: 4 euro (residenti) o 
5 euro (non residenti)
Visita guidata: 10 euro
Informazioni e prenotazioni: eos@eoscultura.it  349 6732734